La storia

Stanzetta

 

La nostra storia la offriamo con umiltà e senza pretese, nella speranza che possa fare del bene. Siamo convinte che il Signore ha già fatto con noi e in noi cose grandi e ne farà ancora maggiori se lasceremo operare lo Spirito.

 

La PFF è un Istituto Secolare femminile di diritto pontificio.

Ebbe inizio ufficialmente il 26 dicembre 1929 nel piccolo parlatorio del convento francescano di san Gaetano in Brescia con la consacrazione delle prime sei sorelle avvenuta con la consegna del Crocifisso.

Prima di questa data c'era stato un lungo cammino di ricerca da parte di alcune donne ed in particolare di Vincenza Stroppa.

Il desiderio di consacrarsi a Dio animava da tempo questa giovane insegnante che, volendo dar forma a quanto le urgeva nel cuore, fu indirizzata a P. Ireneo Mazzotti, Frate minore della provincia lombarda. Quasi contemporaneamente a lei, alcune terziarie della fraternità francescana di Brescia chiesero allo stesso Padre un aiuto per realizzare una vita di consacrazione a Dio nel mondo che non le allontanasse dal Terz'Ordine.

P. Ireneo valutò queste richieste, fece incontrare queste donne, chiese loro di stilare un regolamento di vita. Fu accettato da tutte il regolamento di Vincenza che venne in parte orientato alla spiritualità francescana.

Negli anni successivi,  a questo primo gruppetto di sorelle, se ne aggiunsero altre. I trasferimenti di P. Ireneo da un convento all'altro favorirono la diffusione della PFF tra le terziarie che il Padre avvicinava ed il passa-parola tra amiche, tra giovani impegnate nell'Azione Cattolica, fece il resto.

In questa nuova forma di vita consacrata che la Chiesa aveva ufficialmente approvato, si riconobbe ciò che forma l'essenza della nostra chiamata:

"vivere la vita di unione con Dio,
nella cella dell'anima,
in mezzo al mondo"

Questo sito utilizza Cookies per fini statistici e di analisi del traffico.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
 

Questo sito utilizza cookies per l'analisi del traffico a fini statistici e il miglioramento delle funzionalità. I cookies dei files che possono essere registrati sul computer dell'utente. Questo permette una navigazione più agevole e una maggiore facilità d'uso del sito stesso. I cookies possono essere utilizzati per determinare se il sito è già stato visitato e, nel caso, ricordare alcune preferenze di navigazione. Viene identificato solo il cookie memorizzato sul suo computer. Naturalmente è possibile visitare il sito anche senza i cookies. La maggior parte dei browser accetta cookies automaticamente. Si può evitare la registrazione automatica dei cookies selezionando l'opzione "non accettare i cookies" fra quelle proposte nella sezione di gestione della Privacy. Per avere ulteriori informazioni su come effettuare questa operazione si può fare riferimento alle istruzioni del browser. E' possibile cancellare in ogni momento eventuali cookies già presenti sul proprio computer. La scelta di non far accettare cookies dal browser può limitare la funzionalità del portale.